Sistemi motorfeedback digitali rendono i servodrive intelligenti

La nuova famiglia di sistemi motorfeedback digitali EDS/EDM35 di SICK, con interfaccia HIPERFACE DSL®, il protocollo sviluppato dal team ingegneristico della filiale torinese di SICK, offre la massima precisione nelle applicazioni altamente dinamiche.

di Andrea Baty

I costruttori di macchinari e impianti digitalizzati hanno bisogno di sistemi di azionamento elettrici che si integrino alla perfezione in contesti meccatronici all’avanguardia e che siano capaci di pensare e comunicare in modo autonomo.
La gamma di sistemi motorfeedback con interfaccia HIPERFACE DSL® di SICK fa esattamente questo. Inoltre, i sensori rotativi soddisfano tutti i requisiti riguardanti una funzionalità orientata all’applicazione, massima precisione e dinamica, e sicurezza certificata.
La nuova famiglia EDx35 rappresenta la seconda generazione di sensori con tecnologia digitale HIPERFACE DSL® a cavo singolo e, ancora una volta, innalza il livello di performance raggiunte dalla sensoristica SICK.
I sistemi motorfeedback singleturn e multiturn con interfaccia digitale HIPERFACE DSL® offrono la tecnologia necessaria per rilevare e salvare dati di esercizio e di processo direttamente sull’azionamento per poi trasmetterli tramite il cavo motore a sistemi di automazione o ad applicazioni di condition monitoring. Informazioni sulla temperatura nel motore o nell’area circostante, sulla velocità e sul valore di tensione di alimentazione consentono di monitorare lo stato del sistema di azionamento durante il suo esercizio, di analizzarlo e documentarlo mediate istogrammi nonché di sfruttare le informazioni a scopi di manutenzione preventiva, ad esempio impostando delle soglie di allarme personalizzate.

4 serie di sistemi motorfeedback per soddisfare molteplici richieste
Con le nuove EDS/EMD35 salgono a quattro le famiglie di prodotti che SICK mette a disposizione per quanto riguarda i sistemi motorfeedback digitali a singolo cavo. Costruttori di motori, servo controller e sistemi di azionamento sono molto attenti alla risoluzione e all’accuratezza degli encoder utilizzati. In soluzioni servo drive progettate per applicazioni industriali standard è meglio orientarsi verso la famiglia di sensori capacitivi EES/EEM37, che possiede una risoluzione di 15 o 17 bit e sicurezza certificata secondo SIL2 e PL d. Maggiori risoluzione e precisione sono offerte dalla serie EKS/EKM36 con risoluzione di 18 o 20 bit. Infine, per azionamenti in applicazioni con elevanti requisiti di dinamica e precisione, SICK propone i sistemi motorfeedback EFS/EFM50 con risoluzione fino a 21 bit e SIL2 e PL d. Le strepitose performance dei dispositivi con interfaccia HIPERFACE DSL® sono dimostrate dagli oltre 700.000 encoder già installati nel mondo.

Sistema motorfeedback per applicazioni di fascia alta
Con appena 36mm di diametro, i nuovi sistemi motorfeedback singleturn e multiturn EDS/EDM35 rappresentano il top di gamma per i motori di taglia 40. Il sistema ottico ridondante raggiunge una risoluzione singleturn di 24 bit, il massimo che un servodrive possa elaborare senza perdite dovute a rumore elettrico. Come tutti gli altri sistemi motorfeedback digitali di SICK, anche questa serie realizza meccanicamente la funzionalità multiturn di 4.096 rotazioni senza batteria tampone e pertanto è esente sia da usura che da manutenzione.
L’accuratezza della famiglia EDx35 si spinge fino a 25’’ e tutti i dati raccolti possono essere facilmente consultati attraverso comodi istogrammi di funzionamento che indicano temperatura, velocità e alimentazione.
Robustezza nei confronti di shock e vibrazioni, alta accuratezza e risoluzione di 24 bit in un unico design: EDx35 risulta vincente in qualsiasi applicazione dinamica, anche nel mondo del packaging e delle macchine utensili.

0 Condivisioni