Nastro trasportatore per il trasporto di rocce in miniera.

Cuscinetti ad hoc per i nastri trasportatori della miniera

Per i nastri trasportatori impiegati in condizione di esercizio gravose, nelle miniere per esempio, NKE ha sviluppato cuscinetti radiali a una corona di sfere che assicurano prestazioni più elevate e un ciclo di vita più lungo rispetto ai cuscinetti standard. Viene così migliorata la funzionalità del sistema di trasporto e ridotti i tempi di fermo impianto.

Il cuscinetto volvente è uno dei componenti più importanti dei rulli di supporto e di tensionamento dei nastri trasportatori. In particolare, per i nastri impiegati in condizioni estreme, per esempio nel trasporto di sabbia o roccia nelle miniere o in applicazioni impiantistiche critiche, NKE Austria ha sviluppato cuscinetti radiali a sfere che ottimizzano le prestazioni e il ciclo di vita rispetto ai cuscinetti standard, riducendo anche le fermate impreviste dell’impianto di trasporto.

Rulli del nastro trasportatore di un sistema di nastri trasportatori.
Rulli del nastro trasportatore di un sistema di nastri trasportatori.

Nell’ambiente minerario, i rulli del nastro operano in condizioni di esercizio gravose

La funzione principale dei rulli di supporto e di tensionamento in un nastro trasportatore è quella di dare forma al nastro, di essere un elemento di supporto per il materiale da trasportare e di ridurre la resistenza al movimento. Se il materiale viene trasportato con un basso attrito, si riduce notevolmente sia il fabbisogno energetico per il trasporto che i costi di esercizio. Nelle miniere aperte, i rulli del nastro trasportatore sono esposti a condizioni gravose: carichi elevati e carichi d’urto, carichi supplementari dovuti alla flessione dell’albero e alle vibrazioni, velocità elevate, forte esposizione a contaminanti esterni e condizioni atmosferiche impegnative come elevata umidità, pioggia, neve, fluttuazioni estreme della temperatura e così via. Anche se i cuscinetti utilizzati nei rulli del trasportatore sono sigillati e lubrificati in modo permanente, sono comunque notevolmente influenzati dai fattori sopra citati. In particolare, l’ambiente minerario, estremamente sporco, favorisce la penetrazione di contaminanti nel cuscinetto e può portare al suo cedimento precoce. Ciò non solo ne riduce la durata, ma influisce anche sulle prestazioni e sull’affidabilità degli altri componenti del sistema di trasporto.

Soluzione di stoccaggio per rulli di nastri trasportatori.
Soluzione di stoccaggio per rulli di nastri trasportatori.

Il nuovo design dei cuscinetti ottimizza prestazioni e durata

Dopo un’analisi approfondita, NKE ha sviluppato cuscinetti radiali rigidi a una corona di sfere specialmente per i rulli dei nastri trasportatori utilizzati in condizioni operative difficili. Il nuovo design ha portato a miglioramenti specifici che ottimizzano le prestazioni e la durata del prodotto rispetto ai cuscinetti standard. I cuscinetti speciali hanno una gabbia speciale in plastica a basso attrito, una migliore geometria delle piste di rotolamento, un gioco radiale adattato, guarnizioni speciali a bassissimo attrito e un lubrificante selezionato per l’impiego in un’ampia gamma di temperature di esercizio.
I cuscinetti standard possono causare un aumento incontrollato e improvviso della temperatura quando i contaminanti entrano all’interno del cuscinetto. Tale aumento compromette le proprietà del lubrificante, distrugge le gabbie e può portare al blocco totale del cuscinetto. Questo fenomeno è conosciuto come “surriscaldamento” del cuscinetto, e causa un danno letale. Il blocco del cuscinetto, a sua volta, provoca l’inceppamento dei rulli e il danneggiamento del nastro trasportatore con conseguente rischio di incendio. Nonostante il grado di contaminazione estremamente elevato, i cuscinetti NKE per rulli di nastri trasportatori mantengono la loro funzione anche in presenza di carichi elevati e senza aumentare la coppia di attrito.
Lo sviluppo di questo cuscinetto risponde alle esigenze di migliorare la funzionalità dei nastri trasportatori; contribuirà a ridurre notevolmente i tempi di fermo impianto durante il trasporto del materiale, assicurando un processo di trasporto fluido, contribuendo a ridurre al minimo l’attrito dell’intero impianto e, quindi, consentendone un funzionamento più economico e affidabile.

0 Condivisioni