Logistica e movimentazione: un comparto in crescita

Secondo i dati forniti da AISEM, il comparto della logistica e movimentazione delle merci ha chiuso il 2018 con valori in crescita in termini sia di produzione, sia di export. Note più che positive anche sul piano investimenti, con crescite a due cifre percentuali in alcuni settori. Anche per l’anno in corso è prevista una crescita, sebbene più moderata, mentre una sostanziale stabilità caratterizza i livelli occupazionali.

di Alma Castiglioni

Nell’ambito dei sistemi di sollevamento e movimentazione, il mondo industriale rappresentato in Italia da AISEM, l’associazione che fa parte della Federazione ANIMA, si possono distinguere tre macro famiglie di prodotti: gli impianti e gli apparecchi per il sollevamento e il trasporto; i carrelli industriali semoventi e le scaffalature industriali.
Fornendo i dati economici per ognuna di esse, sarà possibile farsi un’idea dell’andamento del comparto nel suo complesso.

Apparecchi per il sollevamento e il trasporto dei materiali
Di questa famiglia fanno parte prodotti quali taglie e paranchi, binde e martinetti, argani e verricelli, gru di ogni tipo (a ponte, mobili, portuali ecc. escluse le gru a torre), teleferiche, funivie, seggiovie, trasportatori meccanici ad azione continua esclusi quelli azionati mediante cavi e, infine, benne di ogni tipo. Il settore ha concluso l’anno 2018 con un dato che delinea una crescita del valore della produzione (+3,8%). Anche per il 2019 ci si aspetta un dato positivo, con una crescita che dovrebbe assestarsi intorno a + 1,6%.
Anche le esportazioni, nel corso del 2018, sono cresciute (+2,8%) e si prevede possano crescere ulteriormente (+2%) nel corso del 2019. I principali mercati di sbocco rimangono quelli europei insieme a stati Uniti e Cina (con quote sempre più rilevanti).
I livelli occupazionali sono leggermente aumentati (+0,2%) nel 2018 e, anche in questo caso, è prevista una ulteriore e leggera crescita anche nel 2019.
Gli investimenti sono nettamente cresciuti nel 2018 (+11,5%), e si prevedono in aumento (+4,8%) anche nel corso del 2019.

Carrelli industriali semoventi
Segno + anche dal settore dei carrelli industriali, che raggruppa gli autocarrelli elettrici per il trasporto di merci senza e con dispositivo di sollevamento del carico). Il settore ha chiuso il 2018 con una crescita del valore della produzione (+2,8%) e, per l’anno in corso, è prevista ancora una crescita, sebbene più moderata.
Le esportazioni, in larga parte destinate ai mercati europei, nel 2018 sono cresciute (+7,9%) e per il 2019 si prevede una ulteriore crescita (+1,8%).
I livelli occupazionali nel 2018 sono sostanzialmente rimasti invariati rispetto all’anno precedente e, secondo le previsioni, dovrebbero crescere di poco nel corso del 2019. Anche in questo caso gli investimenti sono nettamente aumentati (+8,4%) e si prevedono in aumento (+3,9%), più moderato anche nel corso del 2019.

Scaffalature industriali
Concludiamo con il settore delle scaffalature industriali. Nel 2018 il settore ha registrato una netta crescita del valore della produzione (+5,6%) e, secondo le previsioni, nel corso del 2019 dovrebbe continuare nella sua crescita, seppur di minore entità rispetto all’anno precedente (+2,0%).
Le esportazioni nel 2018 sono risultate in aumento (+5,2%) e si prevede una ulteriore crescita (+2,5%) nel corso del 2019. L’occupazione è leggermente in crescita (+0,1%) e si prevede stabile nel corso del 2019, mentre gli investimenti sono nettamente aumentati nel corso del 2018 (+10,2%) e si prevedono in crescita (+2,8%) anche nel corso del 2019. l

(fonte: ANIMA CONFINDUSTRIA MECCANICA VARIA)

0 Condivisioni