Gli azionamenti miniaturizzati viaggiano nello spazio

In grado di resistere a condizioni estreme, per esempio vuoto e carichi meccanici molto elevati, gli azionamenti miniaturizzati Faulhaber trovano impiego in svariati progetti spaziali e di ricerca. Sei motori passo-passo dotati di riduttori planetari sono attualmente presenti in un sismografo estremamente sensibile utilizzato su Marte.

di Alma Castiglioni

I sistemi di azionamento miniaturizzati, leggeri e compatti, di Faulhaber continuano a dimostrare affidabilità e precisione di posizionamento in progetti spaziali e di ricerca in condizioni estreme.
Sono infatti adatti all’uso in condizioni di vuoto e sono in grado di resistere a carichi meccanici estremamente elevati.
I loro componenti si combinano tra loro in modo ottimale permettendo così di raggiungere altissimi livelli di efficienza.

Motori passo-passo e motori brushless cc viaggiano verso Marte
Sei motori passo-passo dotati di riduttori planetari sono, ad esempio, attualmente utilizzati su Marte nel sismometro più sensibile mai costruito (SEIS, figura 1) e stanno tentando di chiarire se il Pianeta rosso tremi o meno. Durante le misure sismologiche i loro compiti sono due: quello di bilanciare con precisione le meccaniche di misurazione e quello di compensare le forze di tensione che insorgono per via delle notevoli fluttuazioni di temperatura stagionali.
Anche a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è possibile trovare i piccoli azionamenti provenienti da Schönaich. È grazie ai motori brushless CC che l’assistente artificiale per astronauti CIMON (figura 2) riesce a muoversi liberamente a bordo. Nel corso della prossima missione su Marte, prevista per il 2020, i motori passo-passo saranno installati in sistemi di videocamere ad alta risoluzione. Questi piccoli azionamenti dal diametro di appena 10 millimetri serviranno a posizionare gli obiettivi in modo da ottenere immagini nitidissime della superficie marziana. In futuro i compatti sistemi di azionamento miniaturizzati continueranno a contribuire all‘ulteriore sviluppo della ricerca spaziale e dei viaggi nello spazio. Un modo per contenere i costi dei lanci di razzi commerciali consiste, ad esempio, nell’ottimizzare la combustione del carburante e, di conseguenza, i consumi. Una valvola di interruzione del carburante appositamente concepita garantisce prestazioni ottimali in tal senso. Ad azionarla sono i solidi e affidabili servomotori di Faulhaber.
La richiesta di sistemi di azionamento adatti alle applicazioni spaziali che devono essere soprattutto affidabili, resistenti, piccoli e leggeri, è in continuo aumento.
Ma non è tutto, già 50 anni fa, cuscinetti a sfera di precisione di MPS, filiale di Faulhaber, erano presenti negli orologi indossati dai primi astronauti sbarcati sulla Luna.

0 Condivisioni