Le bobine AC immuni di ATAM vengono impiegate nelle applicazioni heavy-duty nel settore ferrotramviario.

Bobine AC immuni per applicazioni ferrotramviarie

La nuova serie di bobine AC immuni di ATAM è caratterizzata da doppio avvolgimento coassiale, in grado di eliminare le interferenze elettromagnetiche in tensione alternata che possono “sporcare” il campo magnetico. Questo tipo di bobine si applica solitamente per l’attuazione di elettrovalvole oleodinamiche sulle linee ferrotramviarie.

ATAM presenta una nuova serie di bobine AC immuni con doppio avvolgimento, realizzate in particolare per applicazioni oleodinamiche nel settore ferrotramviario. Le famiglie delle serie, comprese tra la 463 e la 466 di ATAM, si arricchiscono di avvolgimenti in grado di sopprimere le interferenze elettromagnetiche in tensione alternata che possono “sporcare” il campo magnetico in continua generato per pilotare le elettrovalvole. La nuova gamma di bobine proposta da ATAM si inserisce nell’offerta variegata di prodotti off-the-shelf destinati a svariate applicazioni che l’azienda oggi offre al mercato. Il 70% della produzione ATAM, però, è custom-made, prodotti concepiti ex novo o adattati alle specifiche esigenze del cliente partendo da prodotti standard.

La tecnica realizzativa della nuova serie di bobine è basata su due avvolgimenti coassiali. Ogni possibile perturbazione nella rete che può disturbare il campo “principale” generato dal primo avvolgimento viene annullata dal campo magnetico generato nel secondo, cortocircuitato generando un campo magnetico uguale e contrario a qualsiasi variazione generata nel secondo avvolgimento dai disturbi sinusoidali di rete.
L’avvolgimento principale, alimentato in corrente continua, può continuare così a pilotare in modo stabile l’elettrovalvola anche in presenza di reti di alimentazione “sporche”, a tutto vantaggio di efficienza e sicurezza lungo la linea, senza il rischio che filtri elettronici (normalmente utilizzati allo scopo) fondano per effetto joule a causa dell’eventuale persistere di disturbi sulla rete di alimentazione principale.

Per applicazioni heavy-duty sia a bordo che fuori dal veicolo

Le bobine AC immuni, di potenza rilevante, si applicano solitamente per l’attuazione di elettrovalvole oleodinamiche in applicazioni sulle linee autoferrotramviarie con tensione di alimentazione di 110 VDC, ma vengono anche utilizzate in presenza di tensioni pari a 115, 100; 72; 32 VDC, a seconda delle tensioni d’alimentazione di treni, metro, shuttle dei vari paesi in cui questi mezzi si trovano a operare. In alcune di queste applicazioni, le linee di potenza dei mezzi sono “sporcate” da tensioni alternate di valore medio-alto, compreso tra 500-700VAC.
Le bobine AC immuni vengono impiegate nelle applicazioni heavy-duty anche non a bordo veicolo, per esempio per l’azionamento degli scambi ferroviari, e in generale in quelle applicazioni dove la protezione della bobina risulta, per diversi motivi, ardua con i filtri elettronici normalmente impiegati. Sono utilizzate, inoltre, quando si vuole garantire la massima sicurezza, per esempio negli scambi ferroviari, impiegandole anche in presenza di tensioni ben filtrate, secondo un concetto di ridondanza dei sistemi di sicurezza.

0 Condivisioni